2° Gp di San Marino

Discussion in 'Sunday Champ' started by Birel#5, 18 May 2012.

  1. Birel#5

    Birel#5 New Member

    Joined:
    27 March 2012
    Messages:
    63
    Likes Received:
    6
    Il gp di San Marino 1994

    Il Gran Premio di San Marino 1994 si è svolto il 1º maggio del 1994 a Imola, nell'Autodromo Enzo e Dino Ferrari. Questa competizione è passata alla storia come l'evento di F1 con più incidenti mortali. Il tutto avvenne nei tre giorni previsti. Sin dalle prove del venerdì infatti il Gran Premio è stato funestato da vari incidenti che hanno visto la morte di Roland Ratzenberger il sabato e di Ayrton Senna la domenica, oltre al ferimento di Rubens Barrichello, di alcuni meccanici a causa della ruota persa dalla Minardi di Alboreto e di vari spettatori alla partenza, in seguito allo scontro tra le vetture di Pedro Lamy e JJ Lehto. La gara è stata poi vinta dal tedesco Michael Schumacher, 5° successo in carriera, su Benetton, seguito dal ferrarista Nicola Larini e dal finlandese della McLaren Mika Häkkinen.
    A seguito della morte di Senna e Ratzenberger si riformò dopo dodici anni la Grand Prix Drivers' Association, l'associazione piloti, di cui venne eletto presidente Michael Schumacher.

    VENERDI
    Le prove del venerdì videro un terribile incidente occorso al pilota Rubens Barrichello. La Jordan del brasiliano decollò, a causa del cedimento della sospensione posteriore sinistra[sup][3][/sup], dopo aver toccato i cordoli della Variante Bassa, colpendo le reti di protezione sopra le gomme, ed infine ribaltandosi. I soccorsi furono immediati: Barrichello era privo di conoscenza e venne trasportato al centro medico e poi in ospedale. Il giorno successivo si ripresentò nel paddock, con una frattura al setto nasale, tagli alla bocca, un braccio fasciato e una costola incrinata, che gli impedirono di prendere parte al resto dell'evento

    SABATO
    Durante le prove del sabato vi fu un altro incidente che causò la morte del pilota austriaco Roland Ratzenberger. Dopo venti minuti disputati nella sessione di qualifica, la Simtek dell'austriaco uscì di pista alla curva Villeneuve: il cedimento dell'alettone anteriore (forse danneggiato in una precedente escursione su un cordolo), conficcatosi sotto l'auto, aveva sollevato da terra le ruote anteriori, lasciando la vettura priva di direzionalità. L'auto si schiantò contro il muro quasi frontalmente, ad una velocità di 306 km/h. La cella di sopravvivenza dell'abitacolo resse abbastanza bene, ma il pilota subì una decelerazione così forte da provocargli una frattura della base cranica. La sessione venne immediatamente fermata, mentre venivano prestati all'austriaco i primi, quanto inutili, soccorsi: la corsa al centro medico e poi all'ospedale furono del tutto vani, in quanto non si poté far altro che constatare la morte del pilota.
    Secondo le leggi italiane, l'autodromo sarebbe dovuto andare immediatamente sotto sequestro a causa dell'incidente mortale, per consentire al pubblico ministero competente di effettuare i rilievi. I medici, però, riuscirono a riattivare il cuore di Ratzenberger, il quale morì poi durante il trasporto in ospedale. Il decesso avvenne quindi "ufficialmente" a bordo dell'ambulanza, anche se il pilota de facto era morto sul colpo: in questo modo, fu possibile disputare la corsa il giorno seguente, eludendo le leggi in vigore.
    La morte di Ratzenberger, la prima dopo quella di De Angelis nel 1986, e la prima dal 1982 in un evento ufficiale (Paletti al Gran Premio del Canada), fu un trauma per l'ambiente della Formula 1. Alla ripresa delle prove, Ayrton Senna e i piloti Benetton e Sauber decisero di non effettuare altri giri.[sup][5][/sup][sup][6][/sup] La pole position fu conquistata da Senna, seguito da Michael Schumacher e Gerhard Berger. Il tempo di Ratzenberger gli avrebbe consentito di partire in ultima posizione; la Simtek pensò anche di ritirare l'auto superstite (pilotata da David Brabham) dall'evento, lasciando spazio alla Pacific di Paul Belmondo, non qualificata. Ma Ecclestone riuscì a convincerli a prendere comunque parte alla gara[sup][7][/sup] e il posto che Ratzenberger era riuscito a conquistare in griglia fu lasciato vuoto alla memoria del pilota austriaco.
    Senna, che ottenne la pole, volle poi andare personalmente, con una macchina dell'organizzazione, a verificare lo stato della pista nel punto dove era avvenuto l'incidente. Per questo venne sanzionato dalla Federazione.

    GARA

    1°PARTENZA
    La gara cominciò con un grave incidente al via: la Benetton di Lehto rimase ferma in griglia, e venne colpita dalla Lotus di Lamy, già lanciata a discreta velocità. I detriti dell'incidente finirono in tribuna, ferendo nove spettatori,[sup][8][/sup] uno dei quali rimase in coma per essere stato colpito da una gomma. La necessità di ripulire la pista costrinse a far entrare la safety car.
    L'uso della safety car era fortemente messo in discussione all'epoca, dato che le vetture usate in quegli anni (in questo caso una Opel Vectra), quanto a prestazioni, non permettevano velocità alle quali le Formula 1 potessero mantenere facilmente le gomme in temperatura; pertanto la decisione causò proteste tra i piloti.[sup][8][/sup] Pulita la pista, comunque, la gara riprese, con Senna al comando, che subito segnò un giro velocissimo. Durante il quinto giro, alle 14:17,[sup][9][/sup] mentre affrontava la curva del Tamburello, la Williams del brasiliano non poté più curvare ed andò dritta, a causa della rottura del piantone dello sterzo (modificato dai meccanici prima della partenza),[sup][10][/sup] colpendo con violenza il muro di protezione a 211 km/h. Nell'urto, una sospensione dell'auto si spezzò, penetrò nel casco attraverso la visiera e colpì Senna nella regione del lobo frontale destro, poco sopra l'occhio, provocandogli gravissime lesioni a livello cerebrale.[sup][9][/sup] La gravità dell'incidente, anche in questo caso, fu subito evidente, e la direzione di gara espose la bandiera rossa.
    La pista nella zona dell'incidente era affollata di vetture e personale medico e venne fatto intervenire anche l'elicottero, che atterrò al centro del nastro di asfalto. In quei momenti concitati, qualcuno autorizzò il rientro in pista di érik Comas, su Larrousse, che non era ripartito insieme agli altri ma era rimasto fermo a lungo nei box per riparare l'alettone posteriore rovinato da una toccata: il francese, ignaro della situazione, evitò per poco di investire i mezzi di soccorso, e dopo aver visto di persona lo stato del collega ferito, decise di ritirarsi dalla gara (la direzione di gara era comunque intenzionata a squalificarlo per il grave pericolo causato). Dopo pochi minuti, l'elicottero decollò dalla pista, diretto all'Ospedale Maggiore di Bologna. La nuova partenza venne data dopo 37 minuti, con classifica finale per somma dei tempi (in quanto il numero di giri percorsi dalla partenza era maggiore di due).
    2° partenza

    Dopo un tentativo di fuga della Ferrari di Berger, Schumacher riprese il controllo della situazione, e, pochi giri dopo, l'austriaco fu bloccato da un guasto meccanico. Larini si mise allora in luce con la seconda Ferrari, occupando stabilmente la seconda posizione, e prendendo brevemente il comando quando Schumacher effettuò il suo rifornimento. A dieci giri dal termine, proprio durante un pit-stop, avvenne un altro grave incidente: mentre usciva dai box dopo un cambio gomme, Alboreto perse una ruota posteriore della sua Minardi che finì ad alta velocità tra i meccanici delle altre squadre assiepati nella corsia, ferendone tre della Ferrari, uno della Lotus ed uno della Benetton, che vennero poi curati in ospedale. La corsa però non fu sospesa, nonostante la presenza di paramedici e ambulanze che affollavano la pit-lane.
    La gara ha visto quindi la vittoria di Schumacher, davanti a Larini e Häkkinen: un podio in cui le espressioni dei piloti riflettevano gli avvenimenti di un fine settimana da dimenticare.

    POST GARA

    Nel dopo gara le attenzioni erano concentrate sulle condizioni di salute di Ayrton Senna. Alle 18.40 del 1º maggio, la dottoressa Maria Teresa Fiandri, del Reparto Rianimazione dell'Ospedale Maggiore di Bologna, annunciò in diretta televisiva la morte cerebrale del brasiliano, anche se il referto individuava l'ora effettiva della morte alle 14.17, ossia al momento dell'impatto con il muretto[sup][12][/sup].
    Le conseguenze del fine settimana di Imola portarono una vera rivoluzione nel mondo della Formula 1. Il circuito venne ampiamente rivisto, con interventi in tutti i punti teatro di incidenti nel fine settimana dell'edizione 1994. Inoltre, la FIA stilò un pacchetto di modifiche, da attuarsi con diverse scadenze, per ridurre drasticamente le prestazioni delle vetture. Venne introdotto il limite di velocità nei box ed i piloti ricostituirono la GPDA, che permetteva loro di esprimere in modo unitario il proprio parere soprattutto su questioni di sicurezza. Molti circuiti vennero modificati nei punti potenzialmente pericolosi, con alcune soluzioni di emergenza (come chicane posticce formate da pile di gomme) introdotte temporaneamente dove non fosse possibile effettuare interventi più elaborati prima dell'edizione 1994 della gara (Barcellona, Montreal, Spa).
    Per Senna i funerali di stato ebbero luogo il 5 maggio 1994 a San Paolo in Brasile, alla presenza di tantissimi rappresentanti del mondo delle corse passato e presente. Il 7 maggio ebbero invece luogo a Salisburgo, in Austria, i funerali di Roland Ratzenberger, alla presenza del presidente della FIA, Max Mosley.

    fonte WIKIPEDIA

    iL 2° GP si svolge a Imola, e sia per via della mod (Anno94) sia per il prestigio della corsa stessa è forse il GP più atteso della stagione.
    Potrà D'anna continuare il suo dominio?Pregnolato e Modarelli riusciranno a contrastarlo?
    Iellem smetterà di smadonnare?
    Al gran premio l'ardua sentenza!

    [​IMG]
     
    2 people like this.
  2. Giuseppe D'anna

    Giuseppe D'anna Active Member Pro Driver

    Joined:
    17 January 2012
    Messages:
    182
    Likes Received:
    81
    iL 2° GP si svolge a Imola, e sia per via della mod (Anno94) sia per il prestigio della corsa stessa è forse il GP più atteso della stagione.
    Potrà D'anna continuare il suo dominio?Pregnolato e Modarelli riusciranno a contrastarlo?
    Iellem smetterà di smadonnare?
    Al gran premio l'ardua sentenza!


    ahahhaha sto morendo xD
     
  3. Birel#5

    Birel#5 New Member

    Joined:
    27 March 2012
    Messages:
    63
    Likes Received:
    6
    Ahahah domenica rosicava come un pazzo ahahahah
     
  4. Gabriele Iellem

    Gabriele Iellem The BANNATOR Amministratore Pro Driver Tesserato CIVM 2019

    Joined:
    17 January 2012
    Messages:
    1.771
    Likes Received:
    117
    Nome Cognome:
    Gabriele Iellem
    Staremo a vedere xD E se il mio motore reggerà la Gara stavolta xD Presente :D
     
  5. Luca Garatti

    Luca Garatti New Member

    Joined:
    17 January 2012
    Messages:
    42
    Likes Received:
    2
    Prima gara stagionale per me dopo i problemi di settimana scorsa. Spero in un buon risultato
     
  6. mar9125

    mar9125 New Member

    Joined:
    23 January 2012
    Messages:
    28
    Likes Received:
    2
    la mia gara di casa e mi sa tanto che manco perchè sono stato invitato da amici..

    però mi scoccia mancare.. soprattutto a questa gara!
     
  7. The Legend

    The Legend New Member

    Joined:
    1 April 2012
    Messages:
    26
    Likes Received:
    0
    Io su questa pista farò schifo
     
  8. RockyXC

    RockyXC New Member

    Joined:
    29 March 2012
    Messages:
    25
    Likes Received:
    0
    Ci sarò e spero di tamponare Gabry! XD
     
  9. Birel#5

    Birel#5 New Member

    Joined:
    27 March 2012
    Messages:
    63
    Likes Received:
    6
    ahahahahah Grande Rocky ahahahahahahahahaha
     
  10. Alessio Lucchesi

    Alessio Lucchesi New Member

    Joined:
    20 January 2012
    Messages:
    65
    Likes Received:
    18
  11. Michele Boffelli

    Michele Boffelli Active Member

    Joined:
    20 January 2012
    Messages:
    248
    Likes Received:
    49
  12. Giuseppe D'anna

    Giuseppe D'anna Active Member Pro Driver

    Joined:
    17 January 2012
    Messages:
    182
    Likes Received:
    81
  13. The Legend

    The Legend New Member

    Joined:
    1 April 2012
    Messages:
    26
    Likes Received:
    0
    Ci sono.Ma è stasera?
     
  14. Gabriele Iellem

    Gabriele Iellem The BANNATOR Amministratore Pro Driver Tesserato CIVM 2019

    Joined:
    17 January 2012
    Messages:
    1.771
    Likes Received:
    117
    Nome Cognome:
    Gabriele Iellem
    Yes, stesso orario di settimana scorsa :D
     
  15. Birel#5

    Birel#5 New Member

    Joined:
    27 March 2012
    Messages:
    63
    Likes Received:
    6
    Presenti

    Pregnolato
    Iella...iellem
    Boff
    D Anna
    Rocky
    Leggend
    Lucchesi
     
  16. Birel#5

    Birel#5 New Member

    Joined:
    27 March 2012
    Messages:
    63
    Likes Received:
    6
    Garanti assente comunicato
     
  17. The Legend

    The Legend New Member

    Joined:
    1 April 2012
    Messages:
    26
    Likes Received:
    0
    Bene, mi stavo quasi dimenticando B)
     
  18. Birel#5

    Birel#5 New Member

    Joined:
    27 March 2012
    Messages:
    63
    Likes Received:
    6
    Bellissima gara! a breve aggiornamenti e pagelloni!
     
  19. Giuseppe D'anna

    Giuseppe D'anna Active Member Pro Driver

    Joined:
    17 January 2012
    Messages:
    182
    Likes Received:
    81
    che gara!! davvero bellissima apparte l'inizio per una entrata di un certo iellem a 280 Km/h ritrovandomi in fondo...
    poi super rimonta :D siamo a due vittorie su due ... si va avanti così
     
  20. Birel#5

    Birel#5 New Member

    Joined:
    27 March 2012
    Messages:
    63
    Likes Received:
    6
    D'Anna voto 10+: Velocissimo, all inizio scatta bene, ma purtroppo Iellem, finito largo sull erba non riesce a frenare e lo travolge....macchina rovinata ma a suon di giri veloci recupera e supera Pregnolato al più stop.Da li in poi rischia un po' con gomme usurate ma porta a casa agilmente la vittoria.

    Pregnolato voto 8,5: Parte bene e rimane dietro D'Anna evita il contatto e gestisce il primo posto salvo poi subire il recupero di D'Anna.
    Pesante l errore, un lungo, che gli fa perdere quei 2-3 secondi che permettono a D'Anna di sopravanzarlo dopo il pit.

    Modarelli voto 7: costante, ma mai vicino ai primi due, non commette errori e porta casa un ottima terza piazza.

    Renda voto 4,5: procede bene con la seconda ferrari, poi cambia visuale e si schiante, buttati al vento punti preziosi!

    Iellem voto 1: smette di smadonnare ( senza ts) ma fa smadonnare gli altri.Errore banale, in fondo al rettilineo sfruttando la scia perde carico, tocca l' erba e non riesce più a rallentare, travolgendo il suo compagno D'Anna .Cerca di ripartire. Ma la vettura ha problemi e si ritira.


    X gli altri piloti vedo replay e posto pagella!
     

Share This Page

//